domenica 24 novembre 2019

SASSI DEL FALCHI

I Sassi di Rocca Malatina sono un magnifico gruppo di guglie di arenaria compatta che svettano sul fianco destro della valle del fiume Panaro. Alte oltre 70 metri rappresentano una dimensione verticale alquanto insolita tra le dolci colline emiliane e uno dei fenomeni più spettacolari della Regione.

Contributo di partecipazione

€19
  • *Si ricorda che la prenotazione diviene effettiva, solo al momento del pagamento del contributo.

Iscriviti alla newsletter

Si tratta di un luogo straordinario per la diversità di microambienti in uno spazio così ristretto. In particolare le grandi pareti rocciose offrono rifugio a una serie di uccelli rupicoli, come il falco pellegrino, che qui trova una delle rarissime stazioni di nidificazione collinari. È famoso per essere l’animale più veloce al mondo, capace di raggiungere in picchiata i 320 km orari!
Ma in questo periodo non sarà difficile osservare anche il bellissimo e raro picchio muraiolo, maestro di arrampicata e agile volatore.

Le spettacolari rocce, formatesi in ambiente marino 25 milioni di anni fa, dominano un paesaggio punteggiato di pievi, borghi e case-torri medievali.
Andremo alla scoperta di antichi mulini ad acqua e carbonaie, che hanno rappresentato il motore dell’economia rurale di queste impervie vallate per secoli.
Le stesse rupi hanno dato riparo in passato agli abitanti che avevano ricavato nella roccia gradinate, forni e abitazioni, creando “uno dei più singolari insediamenti umani della nostra montagna” cit.

Dal 1988 i Sassi e i dintorni sono tutelati da un Parco Regionale. Risaliremo una profonda gola solcata da un torrente, resa accessibile da un divertente percorso con ponti tibetani che permettono di attraversare il corso d’acqua più volte.
Sarà la nostra via d’accesso al Parco e al magnifico altopiano di Rocca Malatina.

Highlights: Sassi di Rocca Malatina, Pieve medievale di Trebbio, case-torri, falco pellegrino, mulini ad acqua

PRANZO A SACCO (Non sai di cosa si stratta? Clicca sul link!)

Lunghezza: circa 15 Km

Dislivello totale in salita: circa 600 metri

Guida: Marcello

Bambini sotto i 7 anni: NO

Bambini tra gli 8 e i 12 anni: SI

Cani al guinzaglio: SI

Partenza gruppo Bologna ore 8:30.

Partiremo con auto private, ma sarà possibile partecipare anche per chi non ha macchina; è sufficiente che sia in grado di raggiungere autonomamente il punto di incontro a Bologna.

Chi lo vorrà potrà raggiungere direttamente il punto di partenza del trekking, scrivendoci.

Informazioni precise su orario e luogo di incontro verranno forniti dopo la prenotazione.

Rientro previsto alle macchine intorno alle 18/18:30. Successivamente rientro in auto al punto di partenza della mattina.

Evento a numero chiuso. Per partecipare è necessario iscriversi attraverso questo sito. 

ATTENZIONE: Prima di iscriverti ed effettuare il pagamento, leggi per favore i Termini e Condizioni per partecipare agli aventi di Andare a Zonzo.


LIVELLO:

FACILE

ATTREZZATURA CONSIGLIATA

Abbigliamento: 2 Lt di Acqua, Zaino, Scarpe da trekking (obbligatoriamente alte), giacca a vento e antipioggia, abbigliamento caldo per la sosta e maglia intima asciutta di ricambio, torcia.

COMPRESO NELLA QUOTA:

Organizzazione
Accompagnamento con Guida Ambientale Escursionistica
Assicurazione RC (Responsabilità Civile Guida) per tutta la durata del viaggio.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Costi di trasferimento che verranno divisi equamente tra i partecipanti e tutto quello che non è specificato nella voce "Compreso nel Contributo".
Costi di viaggio stimati per la tratta a/r dal punto di partenza di Firenze al punto di partenza del trekking di circa €15 da dividere tra i componenti di ogni auto. (fonte: viamichelin)
Se le condizioni lo permettono, per chi non teme le vertigini sarà possibile effettuare una facile arrampicata sul sentiero attrezzato che conduce alla cima del Sasso della Croce (facoltativo, biglietto d'ingresso 3 €), da cui si potrà godere di un panorama straordinario su tutti i Sassi e sulle cime appenniniche.