domenica 27 ottobre 2019

LA MONTAGNA DEGLI SCALPELLINI

Andremo a caccia dei segni lasciati dagli artisti carpentieri del medioevo, tra castelli magici, antichi borghi e castagneti secolari fino alla cima di una montagna sacra agli Dei e... alle aquile!

Contributo di partecipazione

€19
  • *Si ricorda che la prenotazione diviene effettiva, solo al momento del pagamento del contributo.

Iscriviti alla newsletter

Definita il Sinai bolognese, ma già venerata in epoca etrusca, la rupe di Montovolo, con i suoi 938 m di altezza, rappresenta uno straordinario balcone panoramico nella media valle del Reno.
La sua roccia ha dato lavoro a maestri tagliapietre e scalpellini fin dal Medioevo e dai suoi versanti sono nate opere di grande pregio disseminate tra Bologna e Prato.
Ne ammireremo alcune inerpicandoci su un’antica via Francigena: dalla stravagante Rocchetta Mattei, all’incantevole borgo de La Scola, poi ancora negli edifici e paesini nascosti nei boschi di querce e faggi, fino all’antico oratorio di Santa Caterina, le cui origini si perdono tra storia e leggenda.

Il Conte magico Mattei fece costruire la Rocchetta sulle rovine di antichi castelli presenti fin da epoca bizantina. Il suo spirito eclettico si dimostrò non solo nella sua appariscente dimora-castello, ma anche nella sua attività di medico alternativo, considerata estremamente trasgressiva per i tempi.

Non sono solo la storia e le leggende a rendere affascinante questo luogo ma anche la sua natura, che è protetta sia da un’Oasi WWF, che dalla Rete Natura 2000.
Vedremo un albero monumentale datato 700 anni, castagneti secolari e in cima potremmo avere la fortuna di osservare in volo l’aquila reale o il falco pellegrino che nidificano tra le sue ripide pareti

Highlights: Maestri Comacini, Rocchetta Mattei, La Scola, Balzi di Santa Caterina.

PRANZO CONDIVISO (Non sai di cosa si stratta? Clicca sul link!)

Lunghezza: circa 13 Km

Dislivello totale in salita: circa 700 metri

Guida: Marcello

Bambini sotto i 7 anni: NO

Bambini tra gli 8 e i 12 anni: NO

Cani al guinzaglio: SI

Appuntamento:
Partenza gruppo Bologna alle ore 8:00
Partenza gruppo Firenze ore 7:50

Partiremo con auto private, ma sarà possibile partecipare anche per chi non ha macchina; è sufficiente che sia in grado di raggiungere autonomamente il punto di incontro a Bologna o Firenze.

Chi lo vorrà potrà raggiungere direttamente il punto di partenza del trekking, scrivendoci.

Informazioni precise su orario e luogo di incontro verranno forniti dopo la prenotazione.

Rientro previsto alle macchine intorno alle 18/18:30. Successivamente rientro in auto a Bologna o Firenze.

Evento a numero chiuso. Per partecipare è necessario iscriversi attraverso questo sito. 

ATTENZIONE: Prima di iscriverti ed effettuare il pagamento, leggi per favore i Termini e Condizioni per partecipare agli aventi di Andare a Zonzo.


LIVELLO:

MEDIO

ATTREZZATURA CONSIGLIATA

Scarpe da Trekking Alte (La guida si riserva di non accettare partecipanti con calzature non adeguate. inoltre, eventuali infortuni alle caviglie, non possono essere presi in considerazione in caso di assenza di scarponcini alti)
Acqua
K-way
Torcia
Macchina Fotografica
Consigliati bastoncini a chi abituato ad usarli.

COMPRESO NELLA QUOTA:

Organizzazione
Accompagnamento con Guida Ambientale Escursionistica
Assicurazione RC (Responsabilità Civile Guida) per tutta la durata del viaggio.

LA QUOTA NON COMPRENDE:

Costi di trasferimento che verranno divisi equamente tra i partecipanti e tutto quello che non è specificato nella voce "Compreso nel Contributo".
I partecipanti alle nostre esperienze non sono coperti da assicurazione personale infortuni.
Costi di viaggio stimati per la tratta a/r dal punto di partenza di Bologna al punto di partenza del trekking di circa € 15 da dividere tra i componenti di ogni auto. (fonte: viamichelin).