domenica 12 maggio 2019

Un affascinante itinerario sulle Alpi Apuane, il sogno proibito dell'abate Vandelli che ha dato il nome alla via che doveva collegare Massa a Modena.

Contributo di partecipazione

  • *Si ricorda che la prenotazione diviene effettiva, solo al momento del pagamento del contributo.
Siamo spiacenti, Disponibilità esaurita
Contattaci per maggiorni informazioni.

La via Vandelli costruita tra il 1738 e il 1751 voluta dal Duca di Modena Francesco III per unire Modena a Massa dopo il matrimonio del figlio e la duchessa Maria Teresa Malaspina.
Un’opera ingegneristica estremamente coraggiosa, ardita direi, quasi impensabile per quei tempi, che permise al ducato di avere uno sbocco al mare e che fu realizzata dall’abate Domenico Vandelli.

La strada attraversa vallate e oltrepassa montagne, in una varietà di paesaggi unica, noi percorreremo il tratto forse più impegnativo, dal paese di Resceto al rifugio Conti. La strada sale a zigzag con imponenti muri a secco in un ambiente apparentemente povero di vegetazione, ma che invece da una osservazione più attenta, rivela la presenza di piante e di fiori di una bellezza rara.

Mano a mano che si sale all’orizzonte si cominciano ad intravedere le isole di fronte alla costa ligure e toscana, ma quando si arriva in cima nei pressi del Passo Tambura il panorama è unico e magnifico: da una parte la costa ligure e toscana e nelle giornate limpide la Corsica, dall’altra parte la Garfagnana e un lungo tratto della catena appenninica.
La fatica che abbiamo fatto per arrivare fino a qui sarà totalmente ripagata.

Il rifugio Nello Conti è un rifugio estremamente spartano, ma accogliente dove si respira un vero e autentico spirito di montagna. Al ritorno percorreremo la stessa strada, ma riusciremo ad apprezzare scorci e particolari che in salita non eravamo riusciti a scorgere.

Highlights: Apuane, panorami mozzafiato, diversi ambienti e continui cambi di vegetazione. Antiche vie di lizza.

PRANZO A SACCO Potete portarvelo da casa o acquistarlo nel bar dove ci fermeremo prima della partenza del trekking.

Lunghezza: circa 14 Km

Dislivello totale in salita: circa 1200 metri

Guida: Florian

Bambini sotto i 7 anni: NO

Bambini tra gli 8 e i 12 anni: SI

Cani al guinzaglio: SI

Appuntamento previsto col gruppo a Firenze alle ore 7:30.

Partiremo con auto private, ma sarà possibile partecipare anche per chi non ha la macchina; è sufficiente che sia in grado di raggiungere autonomamente il punto di incontro a Firenze.

Chi lo vorrà potrà raggiungere direttamente il punto di partenza del trekking, scrivendoci.

Informazioni precise su orario e luogo di incontro verranno forniti dopo la prenotazione.

Rientro previsto alle macchine intorno alle ore 18. Successivamente rientro in auto a Firenze.

Evento a numero chiuso. Per partecipare è necessario iscriversi attraverso questo sito. 

ATTENZIONE: Prima di iscriverti ed effettuare il pagamento, leggi per favore i Termini e Condizioni per partecipare agli aventi di Andare a Zonzo.


LIVELLO:

MEDIO

ATTREZZATURA CONSIGLIATA

E' obbligatorio indossare calzature da trekking, già collaudate, con suola dotata di buona aderenza, affinché piede e caviglia siano ben avvolti e sostenuti.
E’ consigliabile dotarsi di uno zaino di circa 20 litri di volume, anche il copri-zaino, portare con sé una borraccia da almeno 1 lt, delle barrette energetiche e una giacca impermeabile (magari antivento) o una mantella impermeabile.
Coprirsi adeguatamente, vestendosi a cipolla e indossando a pelle una maglietta di cotone o traspirante e sopra una felpa o meglio ancora un pile. Indossare pantaloni comodi.

COMPRESO NEL CONTRIBUTO:

Organizzazione
Accompagnamento con Guida Ambientale Escursionistica
Assicurazione RC (Responsabilità Civile Guida) per tutta la durata del viaggio.

IL CONTRIBUTO NON COMPRENDE:

Costi di trasferimento che verranno divisi equamente tra i partecipanti e tutto quello che non è specificato nella voce "Compreso nel Contributo".
Costi di viaggio stimati per la tratta a/r dal punto di partenza di Firenze al punto di partenza del trekking di circa €50/55 da dividere tra i componenti di ogni auto. (fonte: viamichelin)